Top
  >  Uncategorized   >  Bolivia parte 3

Dopo aver visitato Tiahuanaco sono tornato a La Paz per poi continuare per Copacabana nel lago Titicaca. Sul bus faccio conoscenza con due ragazze inglesi che mi chiedono se potevo consigliargli un ostello e condivido la mia scelta con loro, ostello Emperador, 15 Bolivianos a notte. Usciamo a mangiare insieme la specialità del posto, trota e birra e dopo un paio delle bevute locali “capoiboli” una specie di caipirinha fatta con foglie di coca ce ne torniamo all’ostello. Il mattino seguente ho preso la lancia per Isla de Sol situata al centro del Lago. Come arrivato c’era da farsi 40 minuti di cammino in salita e che salita, infatti mi fermo a metà tragitto, visto anche l’ora tarda e mi trovo un piccolo ostello per la notte. Il giorno seguente mi sveglio presto e raggiungo la cima, un panorama spettacolare, noto un’ostello nelle lontananze che si ergeva proprio sullo strapiombo, ed infatti scendo, prendo gli zaini e cambio ostello. L’ostello era fantastico, molto basic, ma con una terrazza che si affacciava tutta sul lago, le camere avevano tutte la vista sul lago, c’era una pace incredibile ero a 10 minuti dalla cima dell’altura dove albe e tramonti erano incredibilmente emozionanti. Davanti a me si estendeva il lago Titicaca, incredibilmente fiero di se stesso, di una grandezza eccezionale ( è il più grande lago navigabile al mondo ), circondato da montagne con le cime ancora innevate. Racchiude varie isole, tra le maggiori la Isla Del Sol e la Isla De La Luna, in queste isole si è manifestato il mito Virachoca. Il colore dell’acqua ha il colore del cielo, sembra non aver mai fine, durante il giorno l’acqua brilla come un’immenso diamante, il sole si staglia alto su di esso raggiungendo temperature caldissime, un caldo estenuante, per poi raggiungere temperature minime durante la notte, ma queste divergenze del giorno fanno solo che aumentare la sua eccezionale bellezza. Oltre al relax più completo l’escursione più interessante da fare è visitare le Rovine Inca, tutti i viaggiatori fanno questo trekking e poi ripartono per il Perù o scendono giù per la Bolivia, anche se rimangono folgorati dalla sua bellezza, tutti ripartono il giorno successivo, io ne rimasi ammaliato dalla sua misticità e bellezza e rimasi fino alla fine dei Bolivianos che durarono 7 giorni. Andai a visitare le Rovine al Nord dell’isola, dopo due ore e mezzo di cammino mi trovai davanti un labirinto distrutto ed una roccia Sacra e a pensare che migliaia di anni fa si ergeva una civiltà avanzata, ritorno con la lancia e poi andai a visitare anche le rovine al Sud dell’isola a me molto più vicine e addirittura più piccole delle altre. Il resto delle giornate mi dedicai alla lettura al relax e a godermi quei tramonti spettacolari.

post a comment